Una mamma impegnata nel giro del mondo

I tempi sono decisamente cambiati. Samantha ,da poco mamma ,anzichè stare vicina al suo bimbo di pochi mesi, ha piantato tutto e si è associata a dodici francesi,tre inglesi,due svizzeri  ,uno spagnolo,un italiano ed un polacco per tentare il giro del mondo sull’onda della grande avventura romanzata.

Nella flotta che è partita da los Sables d’Olonne sulla costa atlantica della Francia  con la Vendèe Globe ,imbarcazione a vela ,non si fANNO SCONTI :UNA DONNA VALE QUANTO UN UOMO.In compenso non sarà facile :non ci sarà  scalo per tre mesi.Infatti l’avventura è definita estrema ed avremo notizia sicuramente delle difficoltà che incontreranno. iL PICCOLO RUBEN RICORDERà CERTO PER TUTTA LA VITA non il sacrificio della madre ,ma il grande suo azzardo.Forse una nuova epoca si apre per il coraggio delle donne.

Una mamma impegnata nel giro del mondoultima modifica: 2012-11-14T16:38:44+01:00da corinina
Reposta per primo quest’articolo

12 pensieri su “Una mamma impegnata nel giro del mondo

  1. Di primo impatto direi… madre snaturata… però poi ragionandoci un pò sù posso credere che era il suo sogno nel cassetto, quello in cui ha sperato da una vita, che solo ora e poi mai più poteva realizzare, quindi ha colto l’ occasione … sono sicura però che il pensiero, dirante tutta questa avventura, sarà costantemente rivolto al suo Ruben … almno lo spero….

    Un salutone Corinina e buona Domenica!

  2. Samantha non deve essere una mamma “comune”. Per partecipare alla Vendèe Globe sono necessarie doti psicofisiche non comuni, una preparazione ed un’esperienza di navigazione a dir poco eccezionali e anche una notevole dose di coraggio. Tutte da documentare e dimostrare attraverso complessi esami perché se non sei…. idonea, è impossibile partecipare!

    Il piccolo, pazienterà! Con una mamma come Samantha, è probabile che tra qualche anno anche lui affronterà qualche “piccola” avventura!

    Ciao Corinina, buona giornata!

  3. Ciao Corinina, vorrei dire bon per lei, chi sa cosa avrà detto il suo uomo se lo ha? Certo che il piccoletto crecsrà a latte non naturale con la badante e senza quel profumo col quale ogni mamma si fa riconosce anche a distanza dalla propria creatura.Speriamo che non sia un prossimo orfano.
    Buona settimana.

  4. Molte cose stanno cambiando e molte altre sono in procinto di farlo. Cambiamenti estremamente radicali che incidono sulla vita e consuetudini della gente ed a questo proposito leggevo poco fa di una pianificazione metodica per l’annullamento del contante al fine di controllare anche l’acquisto del fatidico pacco di sigarette(…ed io non fumo…!) attraverso pagamenti effettuato addiruttura con il cellulare abilitato. Stravolgimenti che tendono ad annullare la personalità dell’individuo considerandolo un tutt’uno con la collettività, come in quei film futuristici che abbiamo visto negli anni passati e che credevamo allora che fosse solo fantasia. Quando sono tante le cose che vorrei dire tendo a diminuire il numero delle parole e dei concetti…è esattamente quello che succede ora mentre pigio in successione frettolosa i tasti di questa tastiera che è anch’essa frutto non più proibito della tecnologia e quasi vorrei staccarle ed allontanarmi dal pc per la sensazione che provo quando penso al circostanziale ed alla consapevolezza che diventa sempre più difficile osteggiare quegli anacronismi morali ed etici perché qualcosa sta sfuggendo alla massa in quanto massificata e…scusa la ripetizione… le idee sono diventate slogan e questo è profondamente pericoloso perché chiunque disponga di un mezzo anche economico di divulgazione può proporre idee e costumi profondamente controproducenti e contradditori. Non ci sono più reazioni e vere opposizioni. Puoi dire tutto ed il contrario di tutto e nessuno alza solo un dito oppure ogni idea, anche quelle buone e positive, sono criticate e relegate alla stregua di concetti inaffidabili. Le menti sono ‘globalizzate’ ma nel senso negativo del termine perché il senso critico si è esaurito e non esiste più il giusto e l’ingiusto foss’anche sulla base del riscontro positivo o negativo: almeno questo dovrebbe aiutarci a riconoscere ciò che è buono da ciò che non lo è. Ma niente…! Tutto passa dall’umiliazione della piattezza e dell’omogeneizzazione ad oltranza sulla scorta del frenetico permissivismo che comunque io ritengo non sia una cosa negativa ma le sue accezioni, proprio a causa della completa perdita dei valori, sono diventate negative. I Maya non avevano torto quando hanno fatto le loro previsioni. Siamo stati noi ad interpretarle in modo sbagliato. Non si tratta di una trasformazione catastrofistica ma il cambiamento è relativo allo stato delle cose. Se guardiamo bene e teniamo ben aperti gli occhi avremo notato che quella trasformazione è già cominciata e da tempo. Addirittura sembra che tutta la storia sia stata una sorta di preparazione per quanto sta accadendo oggi e sotto i nostri occhi. Tutto sta cambiando e noi stiamo cambiando e siamo diventati incapaci di reazione. Aggiungo che non fa paura tutto questo ma preoccupa. Non a causa degli individui che non si sono lasciati andare, ma a causa di quelli che si lasciano emozionare e condurre da qualsiasi cosa comprese quelle più strane e assurde. Ho assistito proprio l’altra sera ad un programma in tv in cui hanno ripreso una seduta satanista…tanto per fare un esempio… e non credo che ci si debba ridurre a ideologgizzare una pseudoreligione solo perché si ha voglia di…(….sc…..are) i puntini servono a non diventare scurrile…! Insomma ingentiliamo di tutto ed i valori veri sono stati smarriti. Una contraddizione nei termini!
    Concludo ma solo perché più vado avanti e meno riesco a staccarmi dalla tastiera…dicendo quanto sia necessario non perderci. Piuttosto dovremmo ritrovarci nella forza della riflessione e della capacità critica. Quella costruttiva!…

    Non siamo diventati estranei…

    ti lascio un saluto da amico

    Uomo

    .

  5. non so per quale oscura ragione…ma il commento sopra…il mio…doveva essere pubblicato sul tuo post relativo alla semioscurità dell’Italia…ma ora mi accorgo di averlo postato in un luogo in cui è certamente decontestualizzato… mi scuso ma comprenderai…eppure ho iniziato a scriverlo in quel post…misteri occulti… 🙂

    n.b. non sarà l’effetto secondario della maledizione dei maya???

    Uomo

Lascia un commento