Un fiore per dire grazie

Agli amici tutti che hanno fatto la maratona con me per votare i referendum va il mio ringraziamento sotto forma di omaggio floreale. Ci tengo  a precisare che il bocciolo è stato appositamente fotografato  da una piantina regalatami che tengo sul mio tavolo di lavoro. E’ l’spressione d’una gratitudine che non deve per altro considerarsi esaurita ,perchè avrà modo di esercitarsi ancora ,dato che un nuovo referendum è pronto per essere firmato dai volenterosi libertari  per cambiare l’attuale legge elettorale. Ma di questo avremo modo di parlare quanto prima.

rosellina.jpg

Un fiore per dire grazieultima modifica: 2011-06-17T16:09:49+02:00da corinina
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “Un fiore per dire grazie

  1. Che bel pensiero hai avuto Corinina,Grazie!!!!

    Vinta una battaglia,siamo pronti ad affrontarne un’altra!

    Mentre affiliamo le armi ( le tastiere ),ci godiamo il profumo di questa rosa e la delicatezza di questi versi di Trilussa,che mi pare ci stiano a pennello.

    Un abbraccione a te e grazie ancora!!!!

    Felicità

    C’è un’ape che se posa
    su un bottone di rosa:
    lo succhia e se ne va…
    Tutto sommato, la felicità
    è una piccola cosa.

    (Trilussa)

  2. buongiorno cara amica, un bel pensiero, credo che nessuno poteva restare a casa in panciolle se ha un minimo di senso libertario e tiene a esercitare il suo diritto di dare un parere attivo su questioni importanti
    🙂
    un abbraccio e lieta giornata a te

  3. Ciao Corinina e buona serata! Anche se in “ritardo”, come al solito da un po di tempo, vengo a ritirare il tuo omaggio floreale e ti ringrazio! Hai detto bene, internet è stato decisivo per la vittoria ai referendum. Mi sconcerta quel 42% che non è andato a votare. Anche non volendo condividere nucleare e legittimo impedimento, c’era quello sull’acqua… possibile che ci sia gente “indifferente” anche a questo, nonostante oramai si paghi anche l’aria che respiriamo? Ci sto riflettendo su perché non voglio tirare conclusioni affrettate! Tuttavia, pensare al popolino italiota è una tentazione che non riesco ad allontanare! Comunque, non è solo la rete che ha vinto! C’è aria nuova che soffia… facciamola diventare una bufera!

  4. bentrovato Carlo,nuovo ritmo immagino e spero nuove soddisfazioni per te !Mi sto rendendo conto che forse i referendum sono stati utili non solo all’acqua ed al nucleare ,ma pure per stimolare le indagini in corso della P4. Hai visto che rete di nullafacenti senza specifiche attribuzioni ,ma che guidavano Palazzo Chigi,Ferrovie,Poste e quant’altro ?Carta bianca su tutto ,mentre noialtri ,magari con lauree e specifiche competenze siamo emarginati! E’ un’ingiustizia più di qualunque altra : agire nell’ombra per favorire quelli del proprio gruppo,per non parlare poi dei ministeri a nord…
    Ci vorrebbe un dossier,ma credo che i giudici lo stiano facendo.Prima che si parli di rinnovamento devono cadere tutte le sovrastrutture.
    Corinina

  5. Ciao Corinina e buona serata. Nuovo ritmo sicuramente… per le soddisfazioni, invece, incrocio le dita e spero!! Ho letto della P4 e sto seguendo la disgustosa discussione a Ballarò e le motivazioni espresse sulla stessa, da parte dei rappresentanti del centrodestra presenti. Viviamo in uno Stato dove non c’è un Governo ma una banda di farabutti che ha occupato i centri di potere per “affari” che mettono i brividi solo ad immaginarli. Dopo le ultime “comunali” affermai che avremmo avuto ancora molto di cui preoccuparci e da contrastare. Appunto!! I giudici, spero riescano a fare il loro lavoro… ma non basta! Serve anche il nostro massimo impegno.

  6. ero passato già alcuni giorni fa… ma dopo aver salvato ho evitato di controllare ed ora mi accorgo che il mio commento è andato via… prelevato da chissà cosa… chissà chi.. esattamente come la sensazione che si percepisce nel nostro paese in questo momento e cioè di essere in procinto di essere impoveriti di qualcosa è come se stessero studiando ogni minima possibilità di prelevare legalmente se fosse possibile sin’anche l’anima per permettersi ogni cosa nel più totale libertinaggio. Non è una sensazione bella né opportuna quella di essere guardinghi a tutto tondo senza sentirsi garantiti neanche nel proprio paese e se solo guardiamo intorno a noi come ad esempio alla Francia alla Svizzera… ci renderemmo conto di quanto il paese stia dalla parte dei suoi connazionali mentre qui in Italia nel bel paese del sole e degli spaghetti e della pizza napoletana… devi imparare a guardarti! Sono in molti in questi ultimi giorni che esternano il loro disagio e contemporaneamente la volontà di andar via e iniziare una carriera lavorativa al di la della nostra frontiera…dovunque sia con preferenze più o meno …da presso… l’importante è che sia fuori. La valorizzazione delle menti e dell’estro ad esempio degli artisti.. probabilmente il nostro è l’unico paese al mondo in cui si viene elevati al rango di artisti riconosciuti pur con tanto di opere compiute…solo post-mortem. E non c’è molto da stare allegri viste le possibilità che abbiamo nella sola vita di cui disponiamo. Ma è così che vanno le cose in un bisogno generale di rinnovamento in cui animi si dedicano…come il tuo… perché qualcosa accada e perché poi chiunque tragga vantaggi dalle conquiste raggiunte ma a volte ti assale il dubbio che il tempo che stai impiegando non sia sprecato non per il tornaconto in termini di riuscita..quanto per la considerazione sul valore da attribuire a quanto viene raggiunto in considerazione delle forze e del tempo impiegato e… quando il tempo comincia a non essere più tanto allora devi cominciare a pensarci. Tutto questo ed a tutto questo io stesso oppongo una possibile dedicazione a vita per il peso che si sente e che non si riesce quindi a fare altro…costi quel che costi…! Insomma ognuno di noi ha il suo bel da fare in questo tempo e in quest’angolo di storia perché questa… diventi storia di riuscita e di traguardi importanti.
    …Ho preso il tuo omaggio che ricevo con piacere a ricordo non solo di un momento importante quanto di una persona della quale si sente il peso che porta …

    …………………Uomo

    .

Lascia un commento