Libertà vo’ cercando

17-11-2010 15.58.47.jpgUna piccola donna fragile e segregata per sette anni e mezzo dalla giunta militare del suo paese :la Birmania,ora finalmente libera.

Sorride felice tra la sua gente che l’applaude e non l’ha dimenticata. Lavorerà per la democrazia ha detto ,per farla trionfare con le sue sole forze che sono le parole ,la forza della convinzione che ese conterranno.

Un favola odierna in una tempesta di brutte avventure umane e di discorsi senza senso. Non viene da credere quasi a sentirla. Dapprima mi son detta: sarà un bluff ,così tanto per illudere chi ormai non ci spera più. Poi il suo sorriso,la sua gentilezza,ma soprattutto la sua determinazione a lottare perchè il suo paese diventi veramente democratico si son fatti strada dentro di me e mi hanno commossa . Ma allora i miracoli possono accadere anche quando meno te li aspetti? Si vedrà. Intanto coltiviamo la speranza.

Libertà vo’ cercandoultima modifica: 2010-11-17T16:17:04+01:00da corinina
Reposta per primo quest’articolo

12 pensieri su “Libertà vo’ cercando

  1. ciao, i miracoli a volte si manifestano, qui però era un diritto negato per assurdi pretesti, spero duri la sua libertà perchè è speranza per altre donne non famose che sono prigioniere di pregiudizi altrettanto assurdi
    stasera se la nebbia lo consente vado a modena a sentire i discorsi della “vagina”son proprio curiosa di sapere a chi li rivolge
    avrei qualcosa da dire in proposito, semprechè la timidezza non prevalga lo farò
    un abbraccio e dolce sera

  2. Ciao Corinina e buona giornata. Non saprei se considerarlo un miracolo ma sicuramente è un buon segno! In fondo, la pressione internazionale sulla Birmania è stata forte e, poi, cominciava ad essere imbarazzante per lo stesso tenere l’atteggiamento rigido nei confronti di un “premio nobel” per la pace.

    Comunque, la storia di Aung San Suu Kyi fa ben sperare anche per “regimi” meno problematici come quello birmano… guardo alla nostra situazione, per esempio!

    Chissà se anche noi assisteremo presto ad un miracolo…

  3. ciao cara, più che da ridere c’era ” vaginalmente “da piangere !!!
    credevo fosse una protesta simbolica contro il potere del maschio usa e getta, invece mi sembrava una sequela di insoddisfazione vaginale sotto le lenzuola
    complice la nebbia che si alzava, con garbo, ho salutato e di corsa via a casa
    di solito sono restia a partecipare a questioni puramente al femminile, mi hanno sempre irritato i discorsi anti maschio, o basati sul’intelletualismo che cerca di distinguersi attraverso il denigramento dell’altro, ho voluto riprovare lasciandomi coinvolgere dal mio spirito mai dire mai

    ^-^
    un abbraccio e dolce serata corinina

  4. Sì , coltiviamo la speranza . Che , come dicevano gli antichi , è l’ ultima dea . Riguardo al tuo commento al mio post , hai ragione : dove ci porterà questo superficiale costume? Anche se , peggio di così , parrebbe impossibile . Perchè non solo i giovani , vogliono apparire , gli anziani sono anche peggio . Mai viste le ” velone ” ? Scandalose . Buonanotte ! wally

  5. Ciao Corinina, io ci credo ai miracoli e non solo a quelli conclamati.
    Questa è una delle donne coraggiose, mandata sulla terra per fare del bene al suo popolo a discapito forse della sua vita.
    Fragile, dolce, ma nello stesso tempo forte e determinata.
    Buon fine settimana e un abbraccio!
    Nadia

  6. buondì corinina..sono felicissima che finalmente sia libera…. di questi miracoli ce ne vorrebbero altri…per liberare tutte quelle donne tenute in schiavitù fisica o “intellettuale” nel mondo
    :-))))
    un salutone grande e fine settimana di grande gioia
    :-)))))
    dif

  7. Ciao Corinina e buon pomeriggio!

    Ora, dal cappello a cilindro dei nostri politicanti, è uscito anche il “governo di armistizio”, per bocca di Casini… speriamo presto in un nuovo sbarco di americani ad Anzio, magari riusciamo a cacciare tutta sta brutta gente! Prima, però, un buon cannoneggiamento sul Parlamento, non guasterebbe!

    Comunque, auguriamoci una serena settimana e buona serata a te!

Lascia un commento