Un nuovo ruolo per le donne

Nel dibattito attuale importante è il ruolo che le donne possono svolgere tra gli opposti estremismi sociali,politici,partitici. Lo insegna il  francese Alain  Touraine ,docente di Sociologia a Parigi ,sempre più frequentemente interpellato non solo dai francesi ,ma dagli italiani e da tutti coloro che hanno a cuore le questioni culturali. Condivido pienamente la sua tesi che mi sembra nello stesso tempo innovatrice e moderata: se fino a questo momento le cose non hanno funzionato perfettamente ,nel senso della parità ,è in parte perchè sono state forti le contrapposizioni dell’annosa questione,corpo-mente,privato-pubblico,sacro-profano. Se si riuscisse a superarle in nome della scoperta del sè ,come essenza umana ,il processo s’aprirebbe ad una svolta significativa e  s’instaurerebbe una collaborazione fattiva che promuoverebbe senza dubbio una nuova civiltà. E’ tempo di parlarne,no,o si rimanda al dopo Apocalisse ?  Nel suo libro più attuale : Le Monde des femmes ,tradotto da Il Saggiatore ,2009 ,Il mondo è delle donne ,il sociologo è talmente convinto della sua idea che pensa che le donne potrebbero addirittura,con il loro comportamento e la loro opera non solo di mediazione ,ma di azione a questo punto,salvare il mondo ,non conquistandolo,ma ricostruendolo.

Un nuovo ruolo per le donneultima modifica: 2009-09-01T13:26:00+02:00da corinina
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “Un nuovo ruolo per le donne

  1. E’ indubbio (non faccio il lecchino) che le donne abbiano più capacità degli uomini in gestione e direzione, ma sono legate ad un ruolo famigliare che le limita nella vita extraconiugale…è anche vero che la società sta cambiando e la famiglia tradizonale sta scomparendo piano piano e quindi la donna si sta imponendo in ruoli da cui prima si estrometteva…il punto è: ma se si stravolge completamente la struttura della famiglia riusciremo poi a procraere e a convivere a sufficienza per mandare avanti il mondo?
    Buona serata, Giorgio.

  2. Buongiorno,
    credo che una donna non manderebbe mai il proprio figlio a combattere una guerra e questo è tutto dire. Così come la donna è il vero fulcro del sistema ‘casa’, penso possa fare la fortuna del mondo se solo certi mediocri prepotenti avessero il buonsenso di farsi un po’ da parte.

  3. Buongiorno,
    credo che prima o poi la donna arriverà dove adesso non può per ragioni di occupazione forzata. Il processo è lento ma inarrestabile. Credo che un sapiente mix potrebbe essere il modo migliore per portare il mondo fuori da questo stagno…

    Lavoroni in corso?

  4. Buongiorno Corinina come va? Allora, credo che la donna può fare qualcosa in più dell’uomo, infatti, quest’ultimo nel corso degli anni ha fatto solo guai, sia in politica, sia in società, ora provino le donne, staremo a vedere, certamente sempre tenendo presente la parità. Buona giornata!

Lascia un commento