L’orologio di M. Antonietta

In un mondo in cui il tempo scorre rapido e senza qualità talvolta giungono  notizie sensazionali che nulla hanno a che vedere con la nostra attualità ,ma che ricreano una parentesi  di sapore antico: al Grand Palais di Paris è in atto una mostra fino al 30 giugno di oggetti d’arte appartenuti alla regina M. Antonietta ,circa 300 opere ,mobili,ritratti,oggetti che invitano i visitatori a ripensare all’atmosfera della vita d’allora. Molto interessante appare un reperto ,un orologio regalato alla sovrana ,sembra da uno spasimante ,ideato da Breguet nel 1783 ,un oggetto prezioso,che porta il numero 160  dal nome appunto “M. Antonietta” ,trafugato 35 anni fa  ed ora appositamente ricostruito sulla traccia di pochi disegni ed un’unica foto. Cosa ha di particolare questo oggetto? Oltre alla memoria del collezionista che sembra fosse un genio dell’orologeria ,ha il merito d’aver  segnato le ore spensierate d’una donna ,suo malgrado, vittima d’una sanguinosa rivoluzione.E’ un modo per ripensare all’incerto destino dei mortali anche se regnanti e di come il tempo ,non rallentato,si sia fatto complice.

L’orologio di M. Antoniettaultima modifica: 2008-06-04T17:00:00+02:00da corinina
Reposta per primo quest’articolo

11 pensieri su “L’orologio di M. Antonietta

  1. Accidenti…che scandisse il countdown alla perrdita della testa?
    Il nuovo? No non lo vefremo di certo per mano di coloro che fanno cricca nella casta…solo noi comuni mortali potremo sovvertire l’ordine precostituito degli avvantaggiati.
    A presto, Giorgio.

  2. Il tempo ed il destino… Cose molto affascinanti! Immagino la donna oltre il ruolo di regina… e chissà, poi, se è vera la leggenda che vuole che, prima di essere decapitata, M. Antonietta urtasse per sbaglio il piede del boia e, con grazia, gli chiesse scusa… Un mega saluto!

  3. Caro Ideen, non mi hai lasciato il tuo link per risponderti. Lo faccio da questo spazio. Devi essere sicuramente un gentiluomo ,perchè hai colto il dramma della donna più che della regina. Ne hanno dette sul suo conto ,attribuendole insensibilità,ignoranza ,superficialità,slealtà! Ma chissà se le cose sono andate veramente così o se in realtà non fosse una donna debole cui pesava troppo la corona. Un buon w. e. Corinina

  4. Cara Corinina, puoi venirmi a trovare su ventusmirabilis.myblog.it, mi farebbe molto piacere! Purtroppo la storia ha i suoi segreti che rimarranno tali, perchè i “fatti” non possono spiegare del tutto un’anima! Ti ringrazio per la considerazione su di me, ma… tu non potevi saperlo dal mio nick, ma sono una donna.
    Auguro anche a te delle belle giornate,
    Ideen

Lascia un commento