Un difficile momento di transizione

Bisogna tenere i nervi saldi ! Giungono da diverse parti notizie inquietanti per quanto riguarda l’aspetto sociale che fanno pensare ad un capovolgimento della situazione attuale in senso drammatico però non democratico :accuse aspre, scioperi insensati,tribunali mediatici soverchianti, arroganza di chi detiene il potere,intolleranza civile e culturale e chi più ne ha  più ne metta rendono inandescente la vita quotidiana e rimandono a quesiti che non trovano risposta : a chi appellarsi per sentire un giudizio che non tradisca la realtà ed aiuti a discernere le trappole dai veri obbiettivi da raggiungere? Democrazia non significa permissivismo e caos. Il collante che deve tenere una società è fatto sì di libertà,ma pure di rispetto e di stima ,di collaborazione e di condivisione dei programmi studiati per la promozione umana e civile.  Smettiamola quindi di accusarci a vicenda e di provocare dissidi gratuiti che altro non fanno che separare e distogliere dal bene comune ! Apertura al dialogo quindi anche tra le parti contendenti! Si sta attraversando uno di quei momenti di assetto storico in cui i rinnovamenti sono necessari ,ma senza provocare rovine ,se possibile!

Un difficile momento di transizioneultima modifica: 2008-01-17T12:51:41+01:00da corinina
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Un difficile momento di transizione

  1. Lo spianto dell’immiserire è un bernesco ardellare

    chi promette è mendace e lardella la misera gente

    sarà forse che per sciocchi ai loro occhi appaiono

    l’onorabilità non è privilegio di alcuni ma di tutti

    aliterà per voi una forte folata di rivalsa e indisciplina.

    un cordiale salutone
    carlito

Lascia un commento