Due nuove esplorazioni nell’universo

La notizia che oggi ha polarizzato la mia attenzione riguarda ancora una volta l’esplorazione dell’universo.Il 13 settembre dovrebbe partire  dalla base di Tanegashima  la sonda Selene con due piccoli satelliti con l’intenzione di effettuare  ben  13 esperimenti scientifici. Tokyo intende così  verificare ,per un eventuale utilizzo, la presenza di minerali sotto la superficie del nostro satellite. La Nasa non è da meno ,perchè ha preventivato ,sempre per la fine di questo mese,un viaggio verso l’asteroide Vesta ed il pianeta nano Cerere ,presenti nella zona tra Marte e Giove,rimasti intatti e quindi capaci di raccontare con maggiori particolari  la storia del sistema solare. Buon viaggio ad entrambe le iniziative,con la speranza che la conoscenza ,almeno quella ,se ne avvantaggi!

Due nuove esplorazioni nell’universoultima modifica: 2007-09-11T18:00:00+02:00da corinina
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Due nuove esplorazioni nell’universo

  1. siamo consapeveli che il nostro ritmo di vita, anzi il nostro stile di vita occidentale-consumistico sta ammazzando il pianeta, e allora via mandiamo le sonde nello spazio alla ricerca di minerali da sfruttare per consentire e allungare la nostra sopravvivenza. come nel libro “terra” di stefano benni che i tre grandi stati del mondo mandano le navicelle alla ricerca di “terra 2” poichè il nostro pianeta è divenuto invivibile.
    il “living planet report” redatto dal wwf ha detto che continuando a questi ritmi nel 2050 raggiungeremo una capacità di consumo doppia rispetto al nostro pianeta (ne servirebbero 2).
    il sito del rapporto è: http://beta.wwf.it/client/ricerca.aspx?root=12735&parent=3706&content=1

  2. sulle origini dei leghisti ci sono varie teorie. la più accreditata è che sono un esperimento chimico sfuggito dai laboratori della nato di bergamo alta. durante la guerra fredda, sfruttando l’idea della ricerca di scienza fatta da giovannino in 3 media, due scienziati americani nick songnuscemm e john nuciazzecmai decisero di impiantare nel cervello di un pastore bergamasco varie componenti vegetali, animali, fasciste e genitali al fine di creare dei mostri secessionisti da liberare nella periferia di mosca. purtroppo un campione sfuggì dal laboratorio poco prima che venisse castrato. da li iniziarono i casini poichè si diffusero inizialemente solo tra la popolazione locale. il problema sorse nel 1994 quando un altro esprimento chimico sfuggito, nel cui cervello furono impiantate molecole di p2 e mafia, decise di portarli al governo. da li hanno iniziato a proliferare mentre il loro cervello ha avviato un processo involutivo, il cui risultato finale è totalmente sconosciuto alla scienza. ma dal vedere a come si stanno riducendo ci sarà molto da ridere. il miglior antidoto sarebbe quello di ignorarli e non diffondere le loro cazzate, le quali resterebbero solamento nel loro territorio e lentamente scomparirebbero come la pipi dei cani sulle ruote….

Lascia un commento