Una letteratura rinnovata?

Ancora un pensiero sull’importanza e sul ruolo che ha la letteratura nel nostro tempo. Il suggerimento questa volta viene da Giulio Ferroni ,dalle pagine del Coriere della Sera dell’11 corrente,maestro di quest’arte, autore di importanti testi critici d’italianistica e quindi autorevole.Egli bacchetta tutti quelli che fino ad ora sono intervenuti nel dibattito,per concludere che se la letteratura ha ancora un senso ” dovrebbe cercare modelli di mondo,scommettere sul destino,come invece non può e non vuole fare l’illusoria cultura dello spettacolo e della comunicazione”. Credevamo che si potesse venire ad un compromesso ,giusto il grande successo di Dante nelle piazze e nei teatri che ha incrementato sicuramente la lettura dell’opera del sommo poeta ed invece il maestro giustamente parla di traguardi nuovi che la letteratura dovrebbe conquistare proprio se vuole esprimere il meglio d’una civiltà protesa al futuro ,non ferma ai vecchi stereotipi. Che dire? E’ una grande lezione . Ma come farà a rispecchiare quello che ancora non c’è? Dovrebbe percorrere la strada avveniristica eutopica. Mi sembra molto difficile ,almeno per il momento. 

Una letteratura rinnovata?ultima modifica: 2007-07-12T16:00:11+02:00da corinina
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Una letteratura rinnovata?

  1. Buona estate, parto per la mia terra,
    “la mia terra d’amore” come ho dato
    il titolo alla mio ultimo post.

    Un abbraccio e buone vacanze anche a te
    ovunque tu vada.

    Ciao da Giuseppe.

I commenti sono chiusi.