Il respiro del mare

Uno dei nostri più grandi critici letterari del momento Claudio Magris ,l’autore tra l’altro di “Danubio”,così ha definito il capolavoro di Tolstoj,l’indimenticabile “Guerra e pace”: ha il respiro omerico del mare.Entrambi immensi ed inesauribili ,sempre uguali nel ritmo,eternamente variato delle onde e degli eventi,impassibili davanti ad ogni naufragio e pure prodighi di quiete e di felicità,di abbandono e di riposo”. Questa è la grande lezione dei classici che mai tramontano e che sempre sanno dare una risposta ai quesiti che vuoi loro indirizzare,perchè dentro di essi scorre la vita intera in tutti i suoi particolari .

Il respiro del mareultima modifica: 2007-06-20T23:23:07+02:00da corinina
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Il respiro del mare

  1. Leggo sempre cose interessanti da te, e c’è sempre da imparare.

    Un salutone di buona serata da Giuseppe alias pulvigiu.

  2. Sì molto bravo Magris. Negli ultimi tempi ho letto, tra le cose più pregevoli, un testo, molto utile per la ricostruzione del contesto storico di Svevo, ed un articolo sulle foibe. E’ uno scrittore talentuoso. A presro! K.

I commenti sono chiusi.