Non ci siamo ancora

Cari amici,
sono dolentissima,ma ancora c’è troppo violenza in giro,non solo negli stadi,ma nelle sedi delle vacanze ,nelle famiglie ,nella nostra società in genere. Forse sono i troppi films dell’orrore che ogni giorno vengono propinati e lasciano una traccia nelle psiche più deboli.
Sembra che si faccia a gara per riprodurli nella realtà o sono essi stessi una copia della realtà. Ma perchè insistere con i modelli dell’assassinio,dello stupro,dell’agguato,del terrore? Non ce n’è abbastanza nella nostra vita quotidiana .Una volta c’erano gli oratori per ingentilire gli animi. Ora al loro posto scene di Guantanamo .Non si potrebbero offrire modelli più tranquilli per far riposare la mente e innalzare il livello d’attenzione ?

Non ci siamo ancoraultima modifica: 2007-02-12T16:59:18+01:00da corinina
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Non ci siamo ancora

  1. Cara Corinina, Hai sicuramente ragione a dire che in giro c’è troppa violenza ma ti assicuro che non è colpa dei modelli dei film, della serie tv o di chissà che… la violenza è solo frutto di ignoranza e l’ignoranza si propaga con la censura. Spero che ci sia un bel bagno di buon senso… Ciao

  2. io, invece, credo che la violenza sia un istinto dell’uomo, un qualcosa di connaturale e congenito, una caratteristica primordiale che può solo essere moderata, tenuta a freno, ma non eliminata. non credo c’entrino un granchè i film. credo, piuttosto, che i nostri tempi siano caratterizzati da una forma di violenza meno apparente dei tempi trascorsi (pensate anche ai primi 80 anni del 1900), ma più subdola, perchè mascherata sotto concetti apparentemente innocui…

Lascia un commento